jump to navigation

9 giugno: in cascina con i frati c’era fra Mauro Johri 18 giugno, 2012

Posted by pierinoilmissionario in Eventi, Extra.
trackback

Missionari in festa alla presenza del Ministro Generale

Giunta alla sua quindicesima edizione, la festa dei missionari cappuccini ha riscontrato come sempre un successo tanto più che a celebrare la Messa è stato il Ministro Generale dell’Ordine dei Cappuccini. Ed inoltre numerose le iniziative organizzate il cui ricavato sarà devoluto alle missioni dei frati.

9 giugno 2012… Missionari cappuccini in festa! Anche quest’anno la giornata è stata benedetta dal sole! Un sole un po’ timido, che verso sera ha lasciato il posto a tratti di piogge battenti, ma che ha permesso comunque l’ottima riuscita dell’iniziativa.
Come sempre tanti gli amici accorsi: volontari, frati, bambini, giovani e anziani, tutti riuniti presso la meravigliosa cornice della cascina Conigo Santa Corinna, a Noviglio (MI). Giunta alla sua quindicesima edizione, la festa si è tenuta all’insegna della semplicità e della fraternità. Alle 16 si è dato il via ai festeggiamenti. Sotto i portici della suggestiva cascina è stato allestito il punto informativo, dedicato a chiunque fosse interessato ad avere delucidazioni sui frati Cappuccini, sulle loro missioni e sui progetti di sostegno a distanza.
In uno degli ambienti è stata inoltre trasferita parte della Monasticheria (vendita di prodotti dei monasteri e dei conventi di Italia) e parte della mostra missionaria. Nella piccola chiesetta della cascina, che in occasione della festa ospita sempre una mostra, era possibile ammirare una riproduzione del Crocefisso di San Damiano, e leggere informazioni in merito.
Per poter capire la bellezza di questa giornata dovete immaginarvi il cortile di una grande cascina con i suoi innumerevoli portici. Ovunque una moltitudine di persone e frati che chiacchierano, ridono e scherzano, bambini che giocano tra loro o con le iniziative organizzate dai missionari. E gli animali… anche loro disposti a far da attrazione. Al centro del cortile ci sono stand e banchetti, tra cui quello dell’oratorio di Bollate, che anche quest’anno ha deciso di organizzare iniziative per raccogliere fondi per le missioni, e quello dell’associazione Cuore Fratello, che si occupa della salute dei bambini nel mondo e che collabora con i frati nel Cardiac Centre (Camerun). Ma il fulcro di tutto è il tendone che ospita la Santa Messa. Iniziata alle 18, quest’anno è stata celebrata dal Ministro Generale dei frati cappuccini fra Mauro Johri.
10.436 sono i frati in tutto il mondo, ma lui è riuscito e ha voluto esserci alla festa dei missionari cappuccini di Milano. Toccanti le sue parole nel corso dell’omelia: “Cari amici delle missioni, e cari volontari che vi state preparando a partire, ricordatevi che la missione nasce dalla capacità di mettersi in ascolto degli altri, intuendone i bisogni. Dobbiamo ricordarci che il male maggiore del nostro tempo sta nel fatto che la gente cerca più l’importanza nei gesti che compie, che l’utilità. Tra essere importante ed essere utile vi è una netta differenza. Essere utile significa accorgersi dei bisogni dell’altro, ma purtroppo noi viviamo in un mondo che ci insegna l’importanza del brillare, del primeggiare. Gesù stesso però ci mostra la bellezza del vivere nell’utilità per l’altro. Dobbiamo prendere coscienza che oggi la catena della fede si sta spezzando: nelle famiglie si fatica a tramandare la bellezza della preghiera. E si sa… se manca un anello la catena si spacca. È necessario ricominciare a insegnare a pregare nelle famiglie!”.
Dopo l’omelia, il ministro generale ha consegnato il Tau ai volontari in partenza per le missioni dei frati, simbolo del mandato missionario. Sono 55 coloro che questa estate si recheranno in Etiopia, in Camerun, in Kenya, in Costa d’Avorio, in Brasile. Il tau li accompagnerà e sarà per loro simbolo della forza dello Spirito e della mano di Dio che li accompagnerà. Nel corso della Messa si è inoltre ricordato il caro fratello scomparso pochi giorni prima, fra Elia Baldelli. Dal 1946 missionario in Brasile, ci ha lasciati all’età di 92 anni. Ma si è anche voluto festeggiare il presente padre Marcantonio, che il 16 giugno ha festeggiato il cinquantesimo di ordinazione sacerdotale.
Conclusa la santa Messa per tutti è stato possibile fermarsi a cena. Qualcuno si è tuffato nella fantastica grigliata fraterna, chi invece nell’assaggio del gnocco fritto (piatto tipico emiliano) e delle frittelle. Sempre in un clima di gioia e allegria i festeggiamenti sono continuati con musica, balli e lotteria a premi. Nel corso della serata la pioggia ha fatto da compagna e da contorno, ma senza disturbare troppo, dato che la festa è continuata sotto il tendone. Grazie a chi ha partecipato, a chi ha organizzato, a chi ha reso possibile per la quindicesima volta una festa… veramente fraterna!

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: