jump to navigation

Stati dell’animo e oltre 26 novembre, 2012

Posted by pierinoilmissionario in Esperienze dalle Missioni, Oggetti dalle Missioni.
trackback

“Stati dell’animo e oltre” è una realtà, un obiettivo, un’opera artistica, una sensazione, un’avventura.

Un obiettivo:
Fare conoscere le culture dei popoli e la realtà di una missione, per aprirci alla quotidianità di vite diverse e allo sforzo dei Missionari.

Un’opera artistica:
Il Segretario delle Missioni, padre Mauro Miselli, ha chiamato Lorenzo Mucchetti consulente in comunicazione e Cédric de Giraudy, regista e autore di documentari: “Voglio fare un libro con le 25.000 fotografie scattate dai nostri missionari in questo ultimo secolo, ma vorrei un’opera che abbia un valore in se stesso, un lavoro creativo e artistico”.

Una sensazione:
Abbiamo sul nostro pianeta tanti modi di vita, tante culture, tante religioni, tante difficoltà diverse, però, l’uomo ha gli stessi stati d’animo, l’uomo ama, l’uomo odia, l’uomo soffre, l’uomo piange, l’uomo ride, l’uomo è in cerca di felicità. È la nostra differenza che ci avvicina.

Un’avventura:
In due anni di lavoro è nato il progetto “STATI DELL’ANIMO E OLTRE”:
Un Libro di fotografie che è un libro d’autore non solo interessante per le foto ma anche per i suoi messaggi e la riflessione che procura.

Se non conosci “Stati dell’animo e oltre” TE lo vogliamo far scoprire…

È un libro “testimonianza“ perché sono fotografie scattate per la maggiore parte in modo amatoriale, dai missionari, dalla gente stessa che vive in missione.

Immersi nei villaggi persi nelle foreste, a piedi nudi su terre di fuoco, con una piccola macchina fotografica non sapevano di lasciare il racconto di una storia aperta al mondo, un segno di esistenza per tutti.

Con foto sensibili perché scattate a ritmo del battito del cuore.
Un ragazzino o un missionario che fa una foto non pensa tanto all’inquadratura o alla luce, ma istintivamente schiaccia il dito quando il battito del cuore comanda di farlo.

“Nei paesi dove si parla troppo di povertà, di guerre e di fame ci possono essere anche gioie, amicizie, libertà.
Questi scatti, credo, ne portano una traccia e una speranza”.

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: